Barra delle Notizie

Destiny 2: la recensione

Destiny 2 è il sequel perfetto per chi ha speso centinaia di ore di gioco con il capitolo originario, ma anche per chi si avvicina solo adesso a questa iconica serie sparatutto.

In questi ultimi tre anni, grazie al supporto costante di Bungie, la Luce di Destiny è divenuta sempre più splendente: le espansioni a pagamento e gli aggiornamenti gratuiti che hanno arricchito l’esperienza virtuale di chi si è cimentato con il primo Destiny hanno lastricato la strada percorsa con fatica dal team di Bellevue per giungere a Destiny 2.

Gli utenti più esperti e navigati che hanno partecipato alle fasi di Beta testing estive si saranno certamente accorti degli sforzi compiuti dagli autori di Bungie per risolvere alcune delle principali criticità del capitolo precedente, come quelle legate a una storia appena abbozzata e a delle missioni secondarie incapaci di lasciare il segno.

Dopo aver macinato più di 40 ore di gioco esplorando i pianeti di Destiny 2, cercheremo quindi di analizzare l’ultimo kolossal sparatutto di Activision in questa recensione che ne accompagna la pubblicazione su PlayStation 4 e Xbox One. La versione per PC, è bene ricordarlo, uscirà il prossimo 24 ottobre e comprenderà tutti i contenuti e le funzionalità delle versioni disponibili su console, con in più la possibilità di sbloccare il framerate, di utilizzare texture maggiormente definite e di impostare la risoluzione desiderata senza alcuna limitazione di sorta.

Trama

La campagna principale di Destiny 2 è il collante dell’intera esperienza di gioco. Diversamente dal titolo originario, infatti, questa volta i ragazzi di Bungie hanno pensato di irrobustire gli elementi narrativi della storia per “giustificare” tutte le attività che andremo a svolgere sia prima che dopo aver concluso l’avventura.

Le azioni compiute dalla nuova minaccia che dovremo affrontare assieme agli altri Guardiani dell’Ultima Città della Terra, Dominus Ghaul, saranno tremende e avranno conseguenze dirette e immediate su tutte le attività da svolgere tra le quattro mura digitali del Sistema Solare. La tenacia e il coraggio dimostrati dai difensori del Viaggiatore nel combattere il generale a capo degli eserciti Cabal della Legione Rossa, infatti, sono la perfetta metafora dei cambiamenti e delle innovazioni apportate da Bungie alle meccaniche di gioco e alla progressione narrativa del titolo.

Senza entrare nel dettaglio per non rovinarvi il piacere della scoperta con fastidiosi spoiler, possiamo solo dirvi che la trama di Destiny 2 risulta essere decisamente più profonda e interessante di quella del primo capitolo e delle sue successive espansioni. Le uniche critiche che ci sentiamo di fare a Bungie in merito alla trama riguardano l’assenza di elementi collezionabili con cui ampliare il ventaglio di opzioni narrative e conoscere ulteriori aspetti della storia: le sottovalutate Carte Grimorio del primo Destiny, ad esempio, sarebbero state perfette per introdurre i nuovi utenti all’universo sci-fi della serie.

Destiny 2 wallpapers (7)

Giocabilità



style=”display:inline-block;width:300px;height:250px”
data-ad-client=”ca-pub-5322290888481762″
data-ad-slot=”2730450105″>

Il lavoro svolto da Bungie per evolvere le meccaniche di gioco di Destiny 2 comincia al lancio del primo Destiny e prosegue da allora attraverso una serie innumerevole di aggiornamenti, di patch correttive e di interventi migliorativi: per certi aspetti, quindi, potremmo guardare a Destiny 2 come all’Anno 3 dell’avventura di Destiny, piuttosto che ad un titolo completamente nuovo e slegato dal precedente.

Il gunplay proposto dagli sviluppatori di Bellevue, ad esempio, è praticamente identico a quello del titolo originario della fine del 2014. Le differenze rispetto al passato sono veramente poche e coinvolgono solo degli aspetti marginali dell’esperienza FPS complessiva.

Tra le innovazioni più importanti, citiamo l’introduzione di due sottoclassi per ciascuna tipologia di Guardiano (Titani, Stregoni e Cacciatori), il fondamentale passaggio a un diverso sistema di classificazione delle armi (Cinetiche, Energia e Distruttive), un grinding più equilibrato, un sistema di looting più profondo, una maggiore personalizzazione dell’equipaggiamento e una progressione più logica delle attività endgame.

La presenza di una storia più profonda, oltretutto, determina l’adozione di un sistema sandbox più integrato e coerente: insieme alle già conosciute missioni di Pattuglia, infatti, le attività open-world di Destiny 2 comprendono decine di nuove sfide che corrono parallelamente alla campagna principale. Dall’esplorazione dei Settori Perduti agli Eventi Pubblici, i pianeti di Destiny 2 somigliano a un enorme scrigno pieno di tesori da scoprire, di nemici da abbattere e di misteri da risolvere sia in singleplayer che in multiplayer.

Destiny 2 - launch screenshots (09-06-2017) (1)

Multiplayer

Il cuore di Destiny 2 batte al ritmo dei milioni di appassionati che ne popolano i server. Per la sua peculiare natura ibrida tra un MMOFPS e uno sparatutto singleplayer, l’avventura sci-fi di Bungie è studiata per soddisfare sia i giocatori solitari che gli amanti di sparatutto più “socievoli”.

Non ci sorprende scoprire, quindi, come tutti gli aspetti di innovazione nel gunplay introdotti dalla sussidiaria di Activision si riflettano nella storia singleplayer e nelle modalità multiplayer competitive e cooperative di Destiny 2. Nel corso delle prossime settimane verranno introdotte nuove funzionalità e sfide multiplayer, dalle Incursioni alle modalità PvP per il Crogiolo.

Il programma di Bungie, anche per questo, è già pieno di interventi: se la settimana di lancio è dedicata maggiormente alla campagna principale, nel prossimo futuro aspettiamoci di approfondire la conoscenza dei Cabal e delle altre fazioni nemiche partecipando ad Assalti, Nightfall, eventi pubblici rari, avventure legate ad equipaggiamenti esotici e sfide per Guardiani con livello Luce elevato (oltre il 240).

Anche per questo, gli autori di Bellevue hanno saggiamente deciso di perfezionare il sistema di creazione e gestione dei Clan, partendo dalla possibilità di aiutare i membri del proprio gruppo a superare le sfide più difficili grazie alla nuova funzione delle Partite Guidate e a ottenere armi e oggetti rari partecipando a missioni cooperative.

Destiny 2 - launch screenshots (09-06-2017) (46)

Grafica e Sonoro



style=”display:inline-block;width:300px;height:250px”
data-ad-client=”ca-pub-5322290888481762″
data-ad-slot=”2730450105″>

La grafica di Destiny 2 si mantiene sugli standard elevatissimi del precedente capitolo: gli scenari che contraddistinguono le missioni della storia principale denotano una mostruosa cura per i dettagli, con ambientazioni estremamente variegate che esaltano un ritmo di gioco già frenetico.

La medesima cura per i dettagli la ritroviamo nelle aree aperte dei mondi da esplorare nella cosiddetta fase di “endgame”, con le sfide e le attività da svolgere una volta terminata la campagna “singleplayer”. La Zona Morta Europea sulla Terra, le città galleggianti sull’oceano di metano che copre per intero la luna di Saturno, Titano, le arcologie di Io (satellite di Giove) e le misteriose strutture Vex che dominano le foreste aliene di Nessus (un pianeta nano ai confini del Sistema Solare) sono aree sensibilmente più ampie di quelle esplorabili nel primo Destiny e promettono di regalarci decine e decine di attività e missioni da portare a termine nel corso dei prossimi mesi.

Il profondo processo di ottimizzazione compiuto da Bungie, naturalmente, tocca anche gli aspetti legati all’audio: i brani strumentali che compongono la colonna sonora sono estremamente puntuali nel rappresentare l’azione di gioco, così come gli effetti audio relativi alle sessioni sparatutto e i dialoghi con i personaggi secondari, decisamente più ispirati e interessanti di quelli ascoltati fino alla noia nel primo Destiny.

Destiny 2 - launch screenshots (09-06-2017) (6)

Conclusioni

Destiny 2 rappresenta un balzo evolutivo simile a quello che il team di Bungie fu in grado di compiere con Halo 2, sia in termini qualitativi che quantitativi.

Le innovazioni apportate dalla sussidiaria di Activision si integrano perfettamente nel tessuto digitale del capitolo originario: grazie a un gunplay impeccabile, a una storia ricca di spunti di riflessione e a una serie innumerevole di attività da svolgere, l’esperienza di gioco offerta dall’ultimo kolossal sparatutto di Bungie promette di essere una delle più profonde e complete di questa generazione di videogiochi.

Non serve attendere l’uscita della prima Incursione, delle prossime attività settimanali, delle nuove modalità del Crogiolo e delle due espansioni collegate al Season Pass per considerare Destiny 2 come un acquisto obbligato per ogni amante di FPS su PS4, Xbox One e, tra qualche settimana, su PC.

News in Pictures

  • Biomutant 09-22-2017
  • Dishonored Death of the Outsider (14)
  • Switchblade for PC and PS4 free-to-play vehicle shooter
  • Divinity Original Sin 2 (1)
  • Super Mario Odyssey - screenshots gallery (09-14-2017) (1)
  • Destiny 2 review
  • WWE 2K18 - screenshots gallery (09-09-2017) (1)
  • Destiny 2 - launch screenshots (09-06-2017) (1)
  • Alpha Protocol 2
  • The Last Tree - gameplay screenshots (04-09-2017) (1)
  • Hypernova Escape from Hadea (1)
  • All-Star Fruit Racing - screenshots gallery (09-02-2017) (1)
  • Bermuda - Lost Survival - screenshots gallery (09-01-2017) (1)
  • No Man's Sky - screenshots gallery (09-01-2017) (1)
  • Destiny 2 Official Companion App (1)
  • PS Plus September 2017 games for PS4, PS4 and PS Vita
  • Assassin's Creed Origins - screenshots gallery (08-28-2017) (1)
  • The Evil Within 2 - screenshots gallery (08-26-2017) (9)
  • Next Car Game Wreckfest - screenshots gallery (08-26-2017) (1)
  • Xbox Live Games With Gold September 2017
  • Biomutant
  • ps4 xbox one crossplay
  • The Escapists 2 main art
  • Destiny 2 launch (1)
Advertisment ad adsense adlogger